Putin, la conferenza di fine anno

0
112

Durante il tradizionale discorso di fine anno, il presidente Putin ha affrontato diversi temi difronte a circa 2000 giornalisti. Questa conferenza rappresenta la quindicesima da quando è a capo della Russia.  

Cambiamento climatico

Il primo argomento trattato è stato il cambiamento climatico ed il presidente Putin ha voluto sottolineare come la Russia rispetterà gli accordi di Parigi riguardanti la diminuzione dell’emissione di gas serra. Il leader russo ha voluto inoltre sminuire il ruolo dell’uomo rispetto al riscaldamento globale, affermando che “sulla Terra ci sono stati periodi di caldo e di freddo” e che quindi questo potrebbe essere un processo naturale.  

Ucraina

Per quanto riguarda i rapporti con l’Ucraina, il presidente Putin si è detto preoccupato, in particolar modo per la possibile revisione degli accordi di Minsk, che regolano lo status speciale della regione. Secondo Putin la revisione, prospettata dal leader ucraino Zelensky, potrebbe bloccare un accordo riguardo la regione di confine. Il presidente ha inoltre auspicato un dialogo diretto fra le autorità ucraine e le repubbliche separatiste presenti sul territorio.  

Libia

La conferenza è stata anche l’occasione per affrontare la situazione libica. “La Russia mantiene contatti con il governo di al-Sarraj e rimane in contatto con il Maresciallo Haftar” ha affermato Putin, aggiungendo l’importanza della discussione con i partner europei ed anche con la Turchia. Putin spera nel raggiungimento di un accordo fra le parti in conflitto.  

Impeachment e New Start

“Il partito democratico sta cercando di ottenere risultati attraverso altri metodi” ha affermato Putin commentando l’Impeachment su Trump che, secondo il leader russo, sarebbe basato su menzogne. Putin ritiene che questo momento non segnerà la fine del mandato di Trump, anche perchè manca ancora il voto del Senato.

Il presidente russo ha fatto presente di essere disposto a stipulare un nuovo accordo sul controllo globale delle armi, proprio con gli Usa.  

Cina

“Continueremo a rafforzare i nostri legami strategici” ha affermato Putin riguardo i rapporti con la Cina. Putin ha sottolineando però che “non c’è un’alleanza militare” e che la Russia non ha in programma di crearne una.  

fonte immagine: http://en.kremlin.ru/events/president/news/62366/photos/62564 

Comments are closed.