di Antonio Luciano

Il summit straordinario sul COVID-19 di giovedì 26 marzo, presieduto dal Re saudita Salman bin Abdulaziz Al Saud, è stato il primo vertice in streaming del G20. L’intento dell’incontro era quello di sostenere e portare una risposta coordinata e globale alla pandemia, in un momento in cui la situazione in Europa e in America è ancora in fermento. Infatti, oltre 600mila casi di COVID-19 sono stati confermati ad oggi a livello mondiale, con circa 28.000 morti, secondo i dati della Johns Hopkins University.

Secondo la dichiarazione dei leader pubblicata alla fine del vertice, i paesi del G20 inietteranno oltre 5.000 miliardi di dollari nell’economia globale nell’ambito di una mirata politica fiscale, di misure economiche e sistemi di garanzia per contrastare l’impatto sociale, economico e finanziario del COVID-19. A questa risposta, devono sommarsi interventi nei singoli Stati, come quello della banca centrale cinese che ha attuato una serie di misure per iniettare liquidità nel mercato e sostenere le piccole e medie imprese.

Per Xi Jinping è indispensabile che la comunità internazionale rafforzi la sua fiducia, agisca con unità e collabori per una risposta collettiva contro il COVID-19. Il Presidente cinese, intervenuto al vertice in collegamento da Beijing, ha invitato i membri del G20 a rafforzare la condivisione di informazioni utili e a promuovere protocolli di contenimento completi, sistematici ed efficaci. In tal senso, oltre che a condividere la propria esperienza nella lotta al COVID-19, la Cina aumenterà l’offerta di farmaci, beni di prima necessità e altre forniture sanitarie al mercato internazionale.

“Voglio invitare tutti i membri del G20 ad intraprendere azioni collettive: tagliare le tariffe, rimuovere le barriere e facilitare il flusso illimitato di scambi,” ha dichiarato Xi Jinping. “Dobbiamo tutti lavorare insieme per costruire una rete di controllo e trattamento globale mai vista prima”, ha aggiunto il Presidente cinese, “insieme possiamo inviare un segnale forte e ripristinare la fiducia per una ripresa economica globale”. 

Comments are closed.