Il Forum on China-Africa cooperation, tenutosi la prima volta nell’ottobre del 2000 a Pechino, con gli anni è diventato un fondamentale canale di dialogo tra Africa e Cina, sostenendo un rafforzamento nelle relazioni tra la Cina e il continente africano, ponendo come principale mission nei rapporti bilaterali lo sviluppo dell’Africa in chiave sud-sud.

A partire dalla prima conferenza del FOCAC di Pechino, con la quale la Cina prese la decisione di cancellare il debito di 31 Paesi africani, per circa 10,9 miliardi di renminbi, le esigenze e l’attenzione del Paese nei confronti dell’Africa si sono sempre più ampliate, interessando anche la politica e le relazioni commerciali.

Infatti, già nel 2008 i flussi annuali di investimenti cinesi in Africa passarono dai 75 milioni di dollari del 2003 a 5 miliardi. Nel 2009, invece, la Cina è divenuta la prima partner commerciale del Continente, superando anche gli Stati Uniti.

Alla fine del mese di novembre 2020, a Dakar, si è tenuta l’ottava conferenza di questo importante forum. Nel corso di questa convention sono state affrontate questioni attuali e urgenti, come l’emergenza sanitaria da Covid-19, ma anche temi economici, come i progetti d’investimento cinesi in Africa, che guardano alla green economy, e quelli che riguardano la sicurezza e la cyber-governance.

L’ultimo Summit sulla cooperazione sino-africana si è caratterizzato in primo luogo per un rinnovato sforzo cinese nella cooperazione con l’Africa, soprattutto sul tema degli aiuti nella lotta alla pandemia. Il presidente del Senegal, Machy Sall, si è in quell’occasione espressamente appellato allo spirito di unità tra popolo cinese e africano. Ad oggi, infatti, solo il 6% della popolazione africana ha completato l’intero ciclo vaccinale e il rischio di incorrere nell’esplosione di nuove varianti, come già è accaduto in Sudafrica, è alto. Il presidente Xi Jinping, rispondendo al premier senegalese, ha tenuto a sottolineare che la lotta al Covid-19 è tra le priorità del governo cinese e ha reso nota la volontà di donare all’Africa 1 miliardo di vaccini.

Nell’ambito della cooperazione Cina-Africa un altro tema di fondamentale importanza ha riguardato la sicurezza del continente africano. A riguardo, il premier senegalese Sall, congiuntamente al ministro degli Affari esteri hanno espressamente domandato supporto alla Cina anche nel mantenimento della pace regionale e continentale, auspicando che l’appoggio cinese possa essere in questo senso concreto ed efficiente. La Cina si è mostrata favorevole a perorare la causa continuando a sostenere l’Unione africana negli sforzi per salvaguardare la sicurezza regionale e combattere il terrorismo.

In conclusione, alla conferenza di fine novembre è stata sottolineata anche l’intenzione di intensificare gli scambi umani tra le autorità cinesi e quelle africane a diversi livelli, per esempio, è stato confermato che la Cina continuerà a formare le forze dell’ordine tenendo conto delle esigenze delle autorità africane, fornendo assistenza anche all’equipaggiamento di polizia.

Il Forum FOCAC di Dakar ha voluto dare un segno concreto dell’interesse della Cina nei confronti dell’Africa richiamando la compartecipazione tra le due realtà allo scopo di potenziare al massimo le capacità del continente africano attraverso progetti di investimento futuro sul piano economico, sociale e culturale.

Leave a reply