La nascita della “piccola Schengen”

0
275

Il 10 novembre 2019 il primo ministro della Repubblica Macedone settentrionale, Zoran Zaev, insieme al presidente della Serbia Aleksander Vucic ed il primo ministro albanese, Edi Rama, ha tenuto una conferenza stampa a seguito dell’incontro di due giorni tenutosi a Ohrid, città della Macedonia del Nord. 

I leader si sono mostrati soddisfatti dei risultati raggiunti in questo vertice: la creazione di una “piccola Schengen”, come denominata dal presidente Vucic. Questo progetto mira ad eliminare gli ostacoli alla libera circolazione di persone, merci e capitali fra i tre Paesi, aumentando dunque la cooperazione economica fra gli stessi. 

Il primo ministro Zaev ha affermato durante la conferenza stampa che attraverso questa iniziativa non si vuole creare un’alternativa all’adesione all’Unione Europea che rimane l’obiettivo più importante per i Paesi, sostenendo inoltre che questi sforzi siano volti a sostegno delle volontà di adesione all’istituzione europea.  

Il presidente serbo Vucic ha dichiarato: “Non si tratta in alcun modo di creare una nuova Jugoslavia ma degli sforzi per migliorare la vita dei cittadini di questa regione”. Ha inoltre invitato a creare un clima di normalità e non di odio e di conflitto, oltre a sottolineare come tali iniziative vadano incontro al benessere dei cittadini.  

Durante il prossimo incontro a tre, che si terrà il 21 dicembre prossimo a Durazzo, sarà invitata anche la dirigenza del Kosovo, come affermato dal presidente albanese Rama.  

fonte immagine: https://www.dailysabah.com/economy/2019/11/10/albania-north-macedonia-and-serbia-discuss-common-market-after-eu-snub

Leave a reply