La Festa dell’Indipendenza di Malta: occasione di bilanci sulla cooperazione italo maltese

0
319

di Domenico Letizia

Si è svolta a Roma, la Festa Nazionale che commemora il 55° anniversario della dichiarazione dell’Indipendenza di Malta con la presenza di S.E George Vella Presidente della Repubblica di Malta e di Vanessa Frazier, Ambasciatore della Repubblica di Malta in Italia. L’occasione è stata utile per ribadire e confermare gli importanti rapporti politici, economici, commerciali e culturali tra Italia e Malta. Numerose sono le opportunità per gli imprenditori italiani interessati a Malta e alle possibili attività di cooperazione con il paese.

Tra le priorità del abbiamo l’implementazione e lo sviluppo tecnologico.

Malta ha la quota più alta di laureati in tecnologie dell’informazione e della comunicazione in tutta Europa, con l’8,5 per cento di tutti coloro che hanno completato la formazione terziaria specializzata nel settore. Eurostat ha dichiarato che, mentre la media europea di tali laureati era al 3,5 per cento, il tasso per Malta due anni fa era il più alto tra i 28 Stati membri.

Il secondo più alto numero di studenti specializzati in ICT è stato in Finlandia, con il 6,7 per cento di coloro che hanno completato l’istruzione terziaria. Nel complesso, come riportato dall’Agenzia “Malta Business“, il maggior numero di laureati a Malta è venuto dai campi del Business & Management, amministrazione e legge, con il 26,7% di coloro che hanno completato la formazione terziaria specializzata in argomenti correlati.

Image result for malta business logo passariello

I corsi di salute e benessere, così come le arti e le scienze umanistiche sono stati altrettanto popolari tra gli studenti, attirando il 13 per cento dei laureati. L’istruzione, in generale, ha avuto un indice di crescita, tra gli studenti a Malta, con il 10,9 per cento dei laureati che intraprendono tali studi. Ulteriore elemento di analisi economica nel paese resta il Turismo. Secondo gli ultimi dati raccolti dall’ufficio nazionale di statistica lo scorso luglio, i turisti a Malta nel mese di maggio hanno raggiunto quota 265.701, in crescita dell’1,3 per cento rispetto allo stesso mese del 2018 quando, va ricordato, erano in corso le manifestazioni di Valletta Capitale Europea della Cultura.

Segno evidente che, a prescindere dalla spinta delle manifestazioni ad hoc, la crescita del turismo a Malta è ben consolidata, ossia “a portata di investimento”. Altro settore d’interesse per le imprese italiane è quello medico-sanitario, nel quale quattro Regioni italiane (Sicilia, Lombardia, Toscana e Umbria) hanno concluso intese di collaborazione con il Governo di Malta. Da rilevare anche la presenza italiana nel settore farmaceutico grazie alle aziende Sterling Chemical e Chemi Pharma Ltd, che hanno recentemente annunciato nuovi investimenti per ampliare i propri stabilimenti.

Grazie al lavoro diplomatico e all’azione dell’Ambasciatore Vanessa Frazier i rapporti tra Malta e il nostro paese restano ottimi, così come le attrattive economiche reciproche, con l’obiettivo comune della stabilità politica in tutto il Mediterraneo e nel Nord Africa.

Comments are closed.